Chi siamo

Primavera del 2015, durante un aperitivo con amici e ridendo tra una birra e l'altra qualcuno ha un'idea: “Perchè non proviamo a fare la birra?”. 
Penso sia una cosa che si dice così per scherzare poi un giorno Roberto torna a casa con uno di quei kit-fai-da-te per la birra e mi dice: “Sabato faccio la birra!”. Così passa l'intero pomeriggio del sabato a sperimentare, fa il primo assaggio e decide che può fare di meglio.

E' da lì che pian piano, lo vedo appassionarsi sempre di più e comincia a fare sul serio. Si iscrive a corsi dedicati e ad associazioni brassicole; lo vedo leggere manuali, confrontarsi con altri homebrewer, chiedere consigli e pareri ad amici e famigliari. Diventa addirittura un piccolo inventore che costruisce un impianto nel garage del padre, e come un piccolo chimico analizza ogni fase di produzione e fermentazione della birra. Cotta dopo cotta, assaggio dopo assaggio, raggiungere buoni risultati.

Il suo entusiasmo è così contagioso che inizio a sostenerlo e incoraggiarlo.Gli suggerisco di chiamare la sua birra LaEtus. Significa allegro, lieto, proprio come lui, e come la voglia che abbiamo insieme di coinvolgere in un vortice di allegria chiunque voglia assaggiare la nostra birra LaEtus.